shinystat spazio napoli calcio news Napoli, domani crocevia di una stagione da non giocare in campo

Napoli, domani crocevia di una stagione da non giocare in campo


calcioscommesseIl Napoli dal pre a l post periodo Natalizio ha incantato e deliziato i tifosi inanellando tre vittorie consecutive, ben impressionando anche nella forma e nel risultato ( 0 – 2 a Siena, 4- 1 e 3 – 0 interni con Roma e Palermo).

In più il mercato di gennaio ha impressionato tutti con il Napoli che conclude il grande colpo Armero, per ora l’acquisto migliore della sessione in corso, e il rinforzo utile di Calaiò, seppur come dice lui non è un “top player”. Inoltre ci sono state le partenze di giocatori oramai non più all’altezza delle prestazioni di una squadra di vertice, come Aronica e Dossena, ai quali comunque i tifosi restano grati.

Il Napoli sembra così uscire più forte da questo periodo e si è riavvicinato alla Juventus, – 5.

Il nodo più importante di questi tempi però, che potrebbe diventare crocevia della stagione sia per la consistenza della rosa, sia per la classifica è il match che il Napoli giocherà domani, non al San Paolo o in uno stadio di altri in trasferta, bensì  in tribunale.

Domani infatti vi sarà il Processo d’appello sul caso calcioscomesse e sul coinvolgimento del Napoli, a seguito delle dichiarazioni dell’ex portiere azzurro Gianello, che hanno implicato sia la società per responsabilità oggettiva, sia i due difensori azzurri Cannavaro e Grava.

Il Napoli, come si sa, ha ricevuto una penalizzazione di due punti in classifica, senza non sarebbe a – 5 dalla Juventus ma bensì a – 3, in più Cannavaro e Grava hanno ricevuto 6 mesi di squalifica, riducendo così le scelte di Mazzarri e costringendo il Napoli a sondare il mercato per rinforzare il reparto.

Domani dunque il Napoli combatterà con i suoi legali una partita difficilissima, visto che sino ad ora nessuno ha ribaltato i verdetti della Corte di Giustizia come il Napoli vorrebbe fare. Inoltre se il Napoli la spuntasse in un solo colpo recupererebbe due punti in classifica, avvicinandosi ulteriormente alla Juventus capolista, e recuperando i due giocatori, in particolare Cannavaro che è capitano e difensore centrale titolare della squadra azzurra.

Certo è che se il Napoli non dovesse riuscire nell’impresa di ribaltare la sentenza non si scoraggerà. La corsa alla Juventus continuerà, al di là di quanto possano influire i due punti in meno, e la difesa pur priva di capitan Cannavaro ha disputato sino ad ora tre gare in cui ha subito solo un gol, e il mercato potrebbe comunque portare un rincalzo all’altezza.

Ma si sa alla fine dell’anno un Cannavaro e due punti in più potrebbero risultare decisivi, quindi meglio avere entrambi, senza dimenticare un grintoso lottatore e uomo di spogliatoio quale è Grava, anche egli utile alla causa.