Gennaio, non solo mercato: il punto sulle gare degli azzurri

Gennaio, non solo mercato: il punto sulle gare degli azzurri

Gennaio_calendarioNapoli-MSCLe attrazioni del mese di Gennaio confluiscono spesso nelle manovre di mercato delle squadre chiamate a correggere errori costruiti durante il mercato estivo, vuoi per aver sottovalutato delle necessità, vuoi per aver dato fiducia ad uomini rivelatisi non all'altezza delle aspettative, oppure per aggiungere uomini a rose incomplete per le più disparate cause. Sono tutte valide le cause che portano a mettere mano al portafogli ai presidenti per riparare e dare una speranza in più ai propri tifosi. Ma non bisogna allontanare la concentrazione a ciò che sarà il programma del mese di Gennaio, ricco di impegni fondamentali per non perdere terreno e programmare al meglio un inizio d'anno come si conviene. Ecco perché vale la pena di analizzare il cammino che vedrà il Napoli impegnato in quattro gare dal sapore della riscossa, che per l'intero mese terrà gli azzurri sulle corde, con la primaria necessità di fare più punti possibili ed approfittare di eventuali passi falsi di Juve, Lazio Inter e Fiorentina.

Nel giorno della befana arriverà il primo scontro fratricida che vedrà gli azzurri impegnati al San Paolo in notturna contro la Roma di Zeman, alle calcagna della squadra partenopea e quindi potenzialmente candidata a rientrare nel gruppo sopracitato. Sarà d'obbligo il tentativo di respingere gli attacchi e cercare di tenere i giallorossi a debita distanza.

Chiuso il girone d'andata con il "Derby del sole" sarà la volta del Palermo di Gasperini, spesso tecnico "indigesto" per le tattiche di Mazzarri, ancora al San Paolo (Domenica 13 ndr) in una gara contro una squadra in crisi di risultati e vogliosa di riprendersi punti e credibilità in grado di alimentare le speranze di una salvezza fino a pochi mesi fa seriamente in dubbio. Importante sarà restare concentrati e non sottovalutare una squadra abituata alle sorprese.

Domenica 20 sarà la volta della trasferta al "Franchi" di Firenze in una partita che si prospetta agguerrita, vuoi per la gara d'andata persa immeritatamente dai viola, vuoi per le doti indiscusse del tecnico Montella, candidato ad essere la rivelazione del prossimo anno, in odore di una panchina di lusso per la prossima stagione. Sarà altrettanto importante cercare di non perdere la partita, ma senza scendere in campo per il pareggio; insomma, giocarla per vincere e accontentarsi qualora non dovessero arrivare i tre punti.

Nell'ultima di Gennaio (Domenica 27 ndr) sarà la volta della trasferta al "Tardini" contro il Parma dell'ex Donadoni, anch'egli in odore di rivalsa contro una piazza che non ha saputo aspettarlo ma che probabilmente non era tagliata per l'atteggiamento pacato e tranquillo di un tecnico che ha bisogno di un ambiente in grado di dargli il tempo necessario per pianificare il proprio lavoro. Tentare di prendere i tre punti vorrà dire ribadire la propria candidatura, continuare a fare la voce grossa in attesa che qualcuno abbia fatto o farà i passi falsi necessari per scavalcare posti in classifica e ritornare ad essere la principale formazione in grado di dare qualche grattacapo alla vecchia signora.

E' un Gennaio da non sottovalutare, sarà un mese in cui gli obiettivi di mercato dovranno occupare lo spazio opportuno, senza invadere il fattore psicofisico di un gruppo che ha bisogno della concentrazione necessaria per non perdere più colpi in campionato, tanti sono stati i vuoti concessi in passato, che hanno lasciato già troppi punti per strada, considerando anche quelli tolti dalla giustizia sportiva. 

 

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram