Dopo la rapina Behrami si sfoga nello spogliatoio

Dopo la rapina Behrami si sfoga nello spogliatoio

allenamento_napoli_spazionapoli_behrami2

Da ieri anche il nome di Valon Behrami è presente nella, purtroppo, lunga lista dei calciatori del Napoli, e familiari, rapinati in città. Il centrocampista svizzero si è visto avvicinare da alcuni balordi che, minacciandolo con un arma, gli hanno sottratto un orologio di altissimo valore. Behrami, giunto a Castelvolturno per effettuare la seduta di allenamento per poi partire per Siena, ha parlato dell'accaduto con tutti i suoi compagni di squadra. Successivamente l'azzurro è sceso sul terreno di gioco cercando di lasciarsi tutto alle spalle con la consapevolezza che un evento del genere può succedere ovunque. Pensiero che ha confermato il suo agente Fali Ramadami "L’ho sentito, era dispiaciuto come sono dispiaciuto io e come lo sono tutti i tifosi del Napoli. Sono cose brutte che ovviamente possono succedere dovunque". La società, come per le altre volte, non ha commentato l'accaduto, ma l'intero staff presente a Castelvolturno ha parlato con il giocatore solidarizzando con lui per l'increscioso evento. In tutte le sue interviste, lo svizzero di origini kosovare, ha sempre avuto parole di elogio per Napoli dicendosi dispiaciuto di non avere più tempo a disposizione per conoscere la città. Sappiamo, e ci auguriamo, che l'incidente di ieri non farà cambiare idea all'azzurro anzi gli darà maggiore carica quando oggi pomeriggio scenderà in campo a Siena.

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram