Una maledizione chiamata Bologna

Una maledizione chiamata Bologna

c_3_me19Un punto in un anno. E' questo il magro bottino racimolato dal Napoli nei match disputati contro il Bologna tra campionato e Coppa Italia. Che si tratti del San Paolo o del Dall'Ara, la musica è sempre la stessa: azzurri in difficoltà, rossoblu vincenti. In quest'anno ormai ad un passo dal termine, le due squadre si sono affrontate ben quattro volte, giocando tre gare nell'impianto di Fuorigrotta.

Napoli-Bologna 1-1. 16 gennaio 2012, partenopei e felsinei si affrontano nel posticipo della 18esima giornata di campionato. I padroni di casa giocano bene, ma sono gli ospiti a passare in vantaggio al 14esimo minuto con Acquafresca. Nonostante le tante occasioni da goal create, soltanto un rigore trasformato da Cavani riporta il risultato in parità. Bel gioco, un solo punto guadagnato.

Bologna-Napoli 2-0. 6 maggio 2012, una data che i tifosi del Napoli difficilmente dimenticheranno. Gli uomini di Mazzarri arrivano al Dall'Ara con un obiettivo apparentemente semplice: vincere per consolidare il terzo posto e qualificarsi per il secondo anno consecutivo in Champions League. Il Bologna è ormai salvo e la gara sembra priva di storia, ma non è così: i rossoblu, con i goal realizzati da Diamanti e Rubin, conquistano i tre punti e scaraventano il Napoli fuori dalla massima competizione europea. Ancora una volta gli azzurri si dimostrano sfortunati e poco concreti sotto porta, colpendo una traversa con Cannavaro e sciupando tante occasioni da goal.

Napoli-Bologna 2-3. 16 dicembre 2012, il giorno del riscatto. Lo pensavano in molti, la vendetta era pronta ed il San Paolo non aspettava altro. Il vantaggio realizzato da Gabbiadini non ha scomposto gli uomini di Mazzarri, il pubblico ha continuato ad incitare i suoi beniamini e la maledizione sembrava ormai spezzata: il duo Gamberini-Cavani ribalta il risultato e tutto va per il verso giusto. A quattro minuto dal termine dell'incontro arriva invece la doccia gelata: Kone, con una sforbiciata incantevole, riagguanta il pari, mentre Portanova di testa completa la beffa. Bologna nuovamente vincitore, la maledizione continua.

Napoli-Bologna 1-2. 19 dicembre, atto quarto. Stavolta non è campionato, ma Coppa Italia. Gli azzurri giocano contro le riserve rossoblu ed anche questa volta l'occasione per spezzare la maledizione è ghiotta. Pronti via, Cavani segna di testa e la strada è in discesa. Primi trenta minuti dominati dagli azzurri, le occasioni da goal non mancano e la partita sembra già chiusa. I soliti errori difensivi però riaccendono le speranze del Bologna: dormita generale del terzetto arretrato, goal di Pasquato e partita riaperta. Nella ripresa il copione non cambia: il Napoli crea tanto, ma Fernandez e Britos disfano la tela con errori grossolani. Palo di Pandev, miracolo di Stojanov su Cavani e porta che sembra nuovamente stregata. Al 90esimo accade l'incredibile: un altro gran goal di Kone porta il Bologna in vantaggio e scaraventa il Napoli fuori dalla Coppa Italia.

Napoli vs Bologna, la sfida continua...

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram