Asse Napoli - Genoa, ma non solo

Asse Napoli - Genoa, ma non solo

Napoli - Genoa è uno dei gemellaggi tra tifoserie più antichi e forti del calcio nostrano, ma dal gemellaggio tra tifosi si potrebbe passare a breve ad un gemellaggio tra società.

In vista della riapertura del calciomercato dal prossimo 1 gennaio i ds Rino Foschi e Riccardo Bigon sembrano infatti aver intensificato i contatti e le conoscenze e all'orizzonte si ipotizza, seppur tra mille difficoltà, un maxiscambio.

L'idea sarebbe di portare all'ombra della lanterna Eduardo Vargas e Rosati e di vedere sotto quella del Vesuvio Merkel e Immobile.
Uno scambio del genere però non è semplice per tante ragioni:
Le volontà di tutte le parti, difficile mettere pienamente d'accordo 4 giocatori anche se l'ostacolo sembra valicabile vista la voglia di tutti di rilanciarsi, magari lontano dalla residenza calcistica attuale.

Il problema principale sembra in realtà riguardare Ciro Immobile. L'attaccante dell'under 21 e grande amico di Lorenzo Insigne sembra infatti destinato a cambiare maglia all'inizio del nuovo anno ma nonostante la sua volontà di ritornare vicino casa, è natio di Torre Annunziata, e di ritrovare il compagno di tanti successi al Pescara, Insigne, pur accettando di essere il vice Cavani il problema rimane ed è la Juventus.

I bianconeri infatti detengono parte del cartellino del giocatore, cresciuto proprio in bianconero, e forse non accetterebbero volentieri di potenziare con un loro pupillo una diretta rivale al tricolore.

La ricerca del vice Cavani si ferma ancora quindi, e invece no perchè Bigon parlando sempre con il suo nuovo amico Foschi intavola un'altra idea, un altro ritorno vicino casa, quello di Marco Borriello anche lui nativo della provincia partenopea.

Anche qui i problemi però sussistono e numerosi: in primis l'ingaggio, 4 milioni di euro per una riserva seppure di lusso sarebbero troppi per le casse azzurre.
In più la volontà delle parti considerando che Borriello a Genoa è comunque la punta titolare, a Napoli farebbe molta più panchina, e che al grifone probabilmente è molto utile.

La ricerca del vice Cavani sembra così dover continuare e ritorna come l'araba fenice il nome di Acquafresca, che a Napoli per la sola consistenza delle voci di mercato ci sarebbe venuto già almeno in paio di sessioni.
Anche con l'attaccante rossoblu la moneta di scambio potrebbe essere sempre la stessa, Vargas, che riscuote più ammiratori di quel che molti pensano.

Turboman potrebbe essere quindi usato come pedina su molti fronti e con molti club, ma il problema risulta sempre trovare la contropartita che si ritenga idonea al ruolo di supplente del Matador.
Il cileno potrebbe essere così usato per aiutare il Napoli in altri ruoli.
Con la squalifica all'orizzonte di Cannavaro e Grava, Bigon è costretto a dare un'occhiata anche dietro in difesa dove potrebbe essere necessario un nuovo innesto, per ora un nome su tutti Benatia, e anche con l'Udinese si potrebbe usare Vargas, che piace alla famiglia Pozzo.

Tutto questo mentre Zamparini chiama Aronica a Palermo visto che risponde all'identikit del giocatore ideale per i rosanero.

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram