ESCLUSIVA SN- Alberto Cerri (attaccante Parma): "Lucarelli un fratello maggiore. Tutino è fortissimo"

ESCLUSIVA SN- Alberto Cerri (attaccante Parma):

In futuro ne sentiremo parlare. Parliamo di Alberto Cerri,  centravanti classe '96 pilastro della formazione Allievi Nazionali del Parma e della Nazionale Under 17, della quale è anche capitano. La redazione di SpazioNapoli ha contattato in esclusiva  per voi lettori questo giovane talento.

Ciao Alberto, parlaci un po' di te: qual è la collocazione che prediligi all'interno del rettangolo verde? Vieni mai "sacrificato" in altri ruoli?

"Salve! Il mio ruolo naturale è la punta centrale ma l'anno scorso sono stato sacrificato come vertice alto del tridente oppure come trequartista. Quest'anno, però, non penso che dovrò giocare in altri ruoli visto l'organico che abbiamo, ma se il mister me lo chiederà lo farò senza problemi".

Ti consideri una punta moderna oppure un attaccante vecchio stampo? Per rendere meglio l'idea, un Cavani o un Amauri?

"Beh sono due giocatori completamente diversi: Cavani è un fenomeno, un giocatore che ha tutto, però penso di assomigliare maggiormente ad Amauri, altro grande giocatore".

A partire da questa stagione sulla panchina degli Allievi Nazionali del Parma è arrivato Cristiano Lucarelli, grande centravanti del recente passato. Quanto sta influendo il mister sulla tua crescita? Essendo stato un grande attaccante ti sta insegnando i trucchi del mestiere?

"Non sono di parte, ma posso dire che oltre ad essere stato un grande attaccante il mister è anche una grande persona. Oramai è un fratello maggiore per tutti noi sia in campo che fuori! Certo, cerca di insegnarmi i trucchi del centravanti e lo seguo con attenzione perché ho molto da imparare da lui".

Nonostante tu sia molto giovane ci sono tante squadre italiane ma anche big europee che sono sulle tue tracce. Se qualche grande squadra ti proponesse di accasarsi da loro, prenderesti in considerazione un eventuale trasferimento? Se sì, in quale grande squadra ti piacerebbe giocare in futuro?

"Il Parma è un club ideale per crescere. Qui sto bene ed è da 7 anni che gioco per questa maglia e ne sono contento! Se dovessi trasferirmi andrei sicuramente all'estero, l'Inghilterra sarebbe il mio sogno. Vorrei indossare la maglia del Manchester oppure del Chelsea."
Manchester City o Manchester United?
"Di Manchester per me ce n'è solo uno, ed è lo United!"
Attualmente sei il capitano dell'Italia Under 17. Cosa si prova a vestire la maglia azzurra, addirittura da capitano?
"E' una cosa indescrivibile! Ogni volta che vado in campo con quella maglia e per di più con la fascia al braccio sento un'emozione che per comprendere bisogna solo provare".
Proprio in Nazionale giochi in pianta stabile con il gioiellino del Napoli Gennaro Tutino. Cosa ne pensi?
"Grande persona, un ragazzo d'oro che ha tanta umiltà e forza di volontà. Abbiamo passato tante emozioni insieme e devo dire che è veramente fortissimo".
Allargando il discorso, ti è mai capitato di sfidare il Napoli? C'è qualcuno in particolare che secondo te può avere un grande futuro?
"Sì, nei Giovanissimi Nazionali e fini 2 a 2. Mi ha sempre impressionato Antonio Romano; molto forti sono anche Luca Palmiero e Vincenzo Guardiglio, e ovviamente Genny!".
Va bene così Alberto! Ti auguriamo un grosso in bocca a te e a tutto il Parma per il proseguimento di stagione!
"Crepi il lupo, grazie a voi, salve".
Francesco Fedele & Francesco Gala

 

 

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram