SHOCK: Olanda, giovani calciatori massacrano guardalinee

SHOCK: Olanda, giovani calciatori massacrano guardalinee

Sconcertante episodio di violenza nel calcio giovanile olandese. Ad Amsterdam Richard Nieuwenhuizen, dirigente del Buitenboys, è stato aggredito con calci e pugni mentre svolgeva la funzione di guardalinee da alcuni ragazzi dell’Amsterdam Nieuw Sloten. Il guardalinee è stato ricoverato in ospedale per diverse ore, dove poi è morto in seguito alle ferite riportate. Tre ragazzi di 15 e 16 anni sono già stati arrestati.

Laconico il ministro dello Sport olandese Edith Schippers che ha dichiarato: “È assolutamente terribile che qualcosa di simile possa accadere in un campo sportivo olandese”. Nieuwhuizen “è scappato, ma i ragazzi lo hanno inseguito e picchiato”, ha spiegato un portavoce della polizia. L’uomo, un padre di famiglia, è stato colpito con calci e pugni alla testa, riportando gravi danni cerebrali. Trasportato d’urgenza in ospedale, Nieuwenhuizen si è spento dopo poche ore. La notizia della sua morte e’ stata data dal club Buitenboys presso il quale lavorava come dirigente. La polizia non ha escluso ulteriori arresti.La notizia, intanto, ha provocato lo sdegno delle istituzioni e delle autorità olandesi. La società degli aggressori si è ritirata da tutti i campionati giovanili a cui era iscritta. “Tutto ciò non ha niente a che fare con lo sport e in nessun caso si può tollerare”, ha continuato poi il ministro dello sport olandese Edith Schippers. Diversi partiti hanno chiesto sanzioni più severe per arginare il fenomeno della violenza nel calcio dilettantistico. Anche la federcalcio olandese ha condannato l’episodio. “E’ un fatto terribile”, ha detto un portavoce della Knvb.

Fonte: tgcom24.it

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram