shinystat spazio napoli calcio news Napoli, una parentesi da dimenticare al più presto

Napoli, una parentesi da dimenticare al più presto


La nemesi si compie in un istante chiaramente fatale e ciò che resta del Napoli, della sua straripante e recente energia, della sua ribellione al destino cinico e baro mostrata contro il Dnipro e poi con il Genoa, è la resa condizionata da una serie di strafalcioni che trasformano la felicità per un secondo posto nell’amarezza per un’occasione sfumata.

Napoli – Milan è un concentrato di mosse e contromosse, un contenitore d’emozioni forti, una serata double face nella quale, alla fine, Mazzarri mostra quella più spenta di sé, quasi una maschera deformante. Il più sette rispetto all’anno scorso resta, e pure il percorso sontuoso in quest’era attraversata partendo dal basso e poi vissuta sempre a contatto tra le stelle: ma tra le pieghe d’una ora e mezza contraddittoria, affrontata con un profilo assai basso, certo condita anche da errori pregiudizievoli per chiudere la partita, si sono pure accese spie che segnalano un malessere atletico in alcuni e un malanimo tattico in altri nel riuscire ad assorbire un calcio “diverso”.

Napoli – Milan è semplicemente una parentesi d’un campionato ancor tutto da giocare con quei due punti in meno e con qualche idea in più sui correttivi da apportare.

Fonte: Il Corriere dello Sport

Preferenze privacy