shinystat spazio napoli calcio news Walter, giochiamocela a viso aperto!

Walter, giochiamocela a viso aperto!


Finalmente s’intravede la luce: tra circa 30 ore usciremo da quel tunnel che dura da due settimane e che si chiama “Juventus-Napoli”. Domani alle 18 avrà fine lo sterile valzer fatto di polemiche, corsi e ricorsi storici e stilettate al cianuro su entrambi i fronti. Per un paio d’ore tutti saremo concentrati solo sul rettangolo verde e sarà proprio il campo a parlare ed emettere la propria sentenza.

COME LO SHAKHTAR-  La prima speranza dei tifosi partenopei è che non si ripeta la disfatta della stagione passata, dalla quale la squadra azzurra uscì con le ossa rotte: un 3-0 perentorio per i piemontesi che non consentì alcuna replica. La seconda speranza è che Walter Mazzarri riesca a trasmettere ai suoi ragazzi la magia e l’importanza della sfida di domani e che “azzecchi” tatticamente il match. Incredibilmente l’unica formazione che, da un anno e mezzo a questa parte, ha seriamente rischiato di profanare lo Juventus Stadium non è una corazzata: lo Shakhtar Donetsk di Mircea Lucescu. Gli ucraini appena qualche settimana or sono hanno disputato una partita tutto cuore contro i bianconeri in Champions League e (dopo un primo tempo abbastanza sofferto) hanno dato per tutta la seconda frazione di gioco una vera e propria lezione di calcio a Conte, non riuscendo a vincere solo per pura sfortuna.

E se il Napoli domani cercasse di emulare lo Shakhtar, mettendo da parte il suo schema preferito (difesa+ripartenze) e affrontando l’avversario di petto, all’attacco? In fondo, l’unica volta da 24 anni a questa parte che il Napoli ha battuto la Juventus a domicilio è stato proprio grazie ad una partita (anzi, ad un secondo tempo) in cui si era completamente riversato nella metà campo avversaria, con il coltello tra i denti.

Gli uomini di Conte si sentono imbattibili, soprattutto in casa loro, perché credono che nessun avversario possieda una personalità come la loro e che nessun “ospite” possa arrivare nel loro stadio ad attaccarli e a dichiarargli guerra. Walter, dimostragli che si sbagliano!

Marco Soffitto