shinystat spazio napoli calcio news Capozzucca: "Difficile fare pronostici, ma la Juventus parte avvantaggiata"

Capozzucca: “Difficile fare pronostici, ma la Juventus parte avvantaggiata”


Stefano Capozzucca d.s. del Genoa si sofferma sulla sfida di sabato prossimo tra le prime due in classifica, JuventusNapoli. Secondo il dirigente del grifone la classifica sino ad ora rispecchia il valore delle due squadre, a suo avviso realmente le più forti della Serie A, non sbilanciandosi in un pronostico troppo difficile da fare ma vede i bianconeri un passo avanti: “Il Napoli contro la Juventus? È la partita più importante fino a questo momento, non solo perché si sfidano le prime due squadre della classifica, ma perché sono realmente le due formazioni più forti, in questo momento, e titolate per arrivare in fondo alla corsa allo scudetto. Difficile fare pronostici, perché tutto può succedere, ma la Juventus parte avvantaggiata perché gioca in casa e praticamente non ha mai perso, ma anche in quanto l’organico della rosa di Antonio Conte è davvero notevole, e non dimentichiamo che la squalifica annullata ad Alessio e ridotta a Conte può dare ulteriore carica a tutto l’ambiente.  Su tutti, Napoli e Juventus hanno giocatori molto importanti”.

Capozzucca, a seguito anche della prova offerta in Under 21 dal tandem ImmobileInsigne, si dichiara curioso di vederli insieme un giorno in Serie A, dopo la spettacolare scorsa annata dei due  in Serie B a Pescara: “Mi farebbe piacere, un giorno, vederlo giocare con Insigne in Serie A e vedere questa coppia come si possa muovere nel massimo campionato. La prova in  Under 21 è stata positiva, l’intesa c’è sempre.”

Capozzucca sposa anche la linea del Napoli con Insigne, che gioca un pò di meno del connazionale al Genoa, trovandola la scelta migliore per il giovane e per il Napoli ricco di campioni: “È vero che ad oggi Immobile sta avendo più spazio, ma anche Mazzarri sta gestendo bene il giovane attaccante, nonostante non riesca a partire titolare. Davanti Insigne  ha dei grandi giocatori come Cavani e Pandev, ed è normale che almeno per ora possa partire più defilato. Sono certo che avrà modo di farsi valere, anche se in Serie A un talento come lui farebbe comodo a tutti.”

Fonte: Il Roma