shinystat spazio napoli calcio news Roberto Insigne, il capitano della Primavera con un dono particolare...

Roberto Insigne, il capitano della Primavera con un dono particolare…


Lorenzo giovedì e domenica, Roberto mercoledì e sabato. Il menu della famiglia Insigne, la dinastia napoletana di calcio più gettonata e inseguita del momento, è ricco anche in questa settimana: si comincia con le coppe, si finisce con i campionati. Il Napoli al centro della vita: perché se Lorenzo è pronto a esordire in Europa League e poi a trasferirsi a Catania per la quarta di serie A, il suo talentuoso fratello, Roberto, si esibirà domani con la Primavera a Crotone nel primo turno di Coppa Italia e poi tre giorni dopo bisserà in campionato.

CAPITANO DELLA PRIMAVERA – Del Bimbo d’oro e del suo gol con il Parma s’è detto tutto, o quasi, ma c’è anche Insigne II che sta facendo faville e scintille con gli azzurrini di Saurini: 4 gol in tre partite; una doppietta con la Roma e un’altra con l’Ascoli. Diciotto anni compiuti l’11 maggio, attaccante mancino, capitano della Primavera, Roberto è destinato a non essere soltanto il fratello di Lorenzo: semplicemente un altro Insigne, un altro giovane talento fatto in casa e un’altra intuizione di Giuseppe Santoro detto Peppe, il team manager di Mazzarri che scoprì e portò in azzurro i due fratelli all’epoca della direzione del settore giovanile.

IL CONTRATTO – Dopo aver guidato la squadra in cima alla classifica del girone C a suon di gol e giocate, Roberto attende sviluppi: il club azzurro ha già avuto diverse richieste per lui, ma i programmi sembrano diversi per ora. Non ha ancora un contratto, certo, ma a questo punto è facile prevedere che arriverà. Neanche tardi.

Fonte: Corriere dello Sport

Preferenze privacy