shinystat spazio napoli calcio news Novellino e Mondonico confortano Insigne

Novellino e Mondonico confortano Insigne


Il debutto ufficiale di Lorenzo Insigne con la maglia del Napoli ha diviso pubblico e critica. Il numero 24 azzurro ha avuto il merito di iniziare il suo match allo stadio Barbera in modo tambureggiante, applicandosi in un pressing forsennato sulla difesa palermitana e mostrando un’intesa già apprezzabile con i suoi colleghi di reparto. Il Magnifico, di contro, dopo la prima mezz’ora di gara si è un po’ eclissato nascondendosi ai margini del gioco fino a che non è stato sostituito per crampi dopo 10 minuti della ripresa.

IL GIUDIZIO DI WALTER-  Prima di Mazzarri, un altro Walter ha fatto la storia recente azzurra: Walter Novellino. L’ex fantasista di Perugia e Milan (fra le altre) nato Montemarano, che non sta vivendo un momento esaltante della sua carriera da allenatore, ha parlato proprio della partita di Insigne alla Favorita: Non avevo dubbi che Insigne anche in serie A mostrasse il suo valore. Secondo me ha giocato un’ottima gara, mi è piaciuto nei movimenti, nel lavoro che ha fatto per la squadra, nei tocchi di fino. È ovvio che deve acquisire l’esperienza in massima serie, ma non vedo perchè non possa far bene anche nel Napoli, dopo aver strabiliato a Pescara e in Under 21. È destinato a crescere col passare del tempo.

…E QUELLO DEL “MONDO”-  Altro pezzo di storia del Napoli, Emiliano Mondonico nella stagione 2000-2001 arrivò ad un passo dalla salvezza in Serie A con gli azzurri ma per un soffio non riuscì nell’impresa. Anche il coach di Rivolta d’Adda ha detto la sua sul contributo che Insigne ha fornito alla sua squadra domenica scorsa: Insigne deve integrarsi con Cavani, Pandev e gli altri compagni, assecondarne i movimenti e proseguire nel suo processo di maturazione. Se, come credo, esploderà, il Napoli avrà più chances nella lotta per lo scudetto. Insigne è il nuovo che avanza nel calcio italiano, vedrete contro la Fiorentina che partita farà. Cesare è un tecnico intelligente, è andato a vederlo dal vivo dopo tante relazioni positive. Si tratta di capire se Insigne ha superato l’esame solo col 110 o anche con la lode”.

Marco Soffitto