shinystat spazio napoli calcio news De La, Bigon e una nuova strategia di mercato. Ora la parola d'ordine è....

De La, Bigon e una nuova strategia di mercato. Ora la parola d’ordine è….

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Pazienza. Non si tratta del giocatore della Juventus, ma della nuova parola d’ordine in Casa Napoli. Riccardo Bigon ha quasi finito di tessere la sua tela fatta di contatti, telefonate, riunioni infinite, abboccamenti, corteggiamenti e mezze promesse. Il ds azzurro ora, dopo quasi due mesi di studio approfondito, ha ben chiari gli obiettivi da centrare reparto per reparto.

UN “NEW DEAL” PARTENOPEO…-  Aurelio De Laurentiis, però, è un imprenditore che impara dagli errori commessi e cerca di non perseverare. Negli ultimi anni il patron ha avuto spesso fin troppa fretta nel chiudere l’acquisto di alcuni calciatori e la voglia di bruciare la concorrenza, spesso, si è rivelata controproducente dal punto di vista economico.

Due esempi lampanti sono quelli di Blerim Dzemaili e Miguel Angel Britos, pagati circa 8 milioni d’euro ciascuno. Lo svizzero e l’uruguaiano hanno avuto un campionato, soprattutto nella prima parte, molto travagliato: il primo periodo di Dzemaili con la maglia azzurra è stato semplicemente agghiacciante poi, un po’ alla volta, l’elvetico ha acquisito sicurezza e confidenza con la piazza ed è riuscito a  ritagliarsi un prezioso ruolo da vice-Hamsik. Britos, invece,  è stato bloccato per tre quarti di stagione da un fastidioso infortunio e al suo ritorno in campo (in primavera inoltrata) è sembrato comunque lento e impacciato. Insomma, tutto questo per dire che i 16 milioni pagati complessivamente per il difensore ex Bologna e per il mediano (che poi si è scoperto mezz’ala) ex Parma sono sembrati col senno di poi un esborso esagerato e se il Napoli avesse attuato una strategia d’acquisto più attendista forse sarebbe comunque riuscito a “regalare” i due calciatori a Mazzarri, ma spendendo meno

Proprio per questo motivo le alte sfere del Napoli, da quest’anno, avrebbero optato per una strategia di mercato più oculata. De Laurentiis non si farà più prendere per la gola: i rinforzi giusti arriveranno (speriamo già a Dimaro), ma al giusto prezzo. In fondo, il calciomercato chiude i battenti il 31 agosto…

Marco Soffitto

 

Preferenze privacy