Terremoto calcioscommesse, arrestati Mauri e Milanetto, Polizia anche a Coverciano

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Dalle prime ore di questa mattina un vero e proprio ciclone ha sconvolto il calcio italiano, ben 19 le ordinanze di custodia cautelare che vedono in manette nomi illustri della Serie A, tra questi il capitano della Lazio Stefano Mauri e l’ex  centrocampista  del Genoa Omar Milanetto. Ma la notizia cha fa più scalpore è l’avviso di garanzia consegnato stamane al difensore dello Zenit, nonchè della Nazionale Domenico Criscito. Le forze dell’ ordine hanno raggiunto nella prima mattinata il centro sportivo di Coverciano per la consegna dell’avviso all’ex terzino genoano, nella giornata decisiva per le convocazioni agli Europei 2012. La lista però non termina qui, anzi tra i tanti giocatori di Serie A e B coinvolti compare anche il nome dell’allenatore della Juventus Antonio Conte. Il mister neo-campione d’Italia, dichiaratosi sempre estraneo ai fatti, sembra piuttosto coinvolto nelle combine avvenute durante la sua permanenza sulla panchina del Siena. Le accuse per l’allenatore bianconero sarebbero quelle di associazione a delinquere finalizzata alla truffa,  e per questo sono scattate da stamattina le operazioni di perquisizione nella sua abitazione. Conte però non è l’unico a pagare, anzi secondo le testimonianze di Carlo Gervasoni sarebbe coinvolto anche il patron del club senese Massimo Mezzaroma, accusato di aver pagato due giocatori di un’altro club. La procura di Cremona sta svolgendo un lavoro meticoloso su alcune partite dei campionati di Serie A e B della stagione 2010/11 implicate nell’operazione “LastBet”, i match sotto osservazione sono:Napoli-Sampdoria del 30 gennaio 2011 , terminata con il risultato di 4-0; Brescia-Bari del 6 febbraio (2-0)Brescia-Lecce del 27 febbraio (2-2), Bari-Samp (0-1) del 23 aprile, Palermo-Bari (2-1) del 7 maggio, Lazio-Genoa (4-2) del 14 maggio e Lecce-Lazio (2-4) del 24 maggio. A conferma dei numerosi sospetti sulle partite truccate, della serie cadetta, sono finiti in manette anche alti giocatori della serie Bwin come la punta della Samp Cristian Bertani, il giocatore dell’Albinoleffe Matteo Gritti, il bomber dell’Ascoli Soncin, e a chiudere l’ennesimo nome noto Giuseppe Sculli, anche se per quest’ultimo non è stata accettata la richiesta di arresto della procura di Cremona. Il polverone sollevato da quest’inchiesta è l’ennesimo colpo di grazia al calcio italaino, un calcio sempre più colpito da mercenari e manager troppo indaffarati a guadagnare ad ogni costo tralasciando il vero spirito di questo sport. 

 

Marco Del Giudice

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI