Disfattismo e distrazioni pericolose, vada retro!

Disfattismo e distrazioni pericolose, vada retro!

Come il gatto che gioca col topo, prima di colpire con un mortale fendente, così notizie false e tendenziose, perlopiù mirate a minare l'ambiente napoletano prima di una sfida così importante, compaiono come per magia, senza alcun credito, prive di fondamento e fomentate da un obiettivo di basso spessore morale e di giornalismo arcaico e scadente, del tutto lontano dallo spirito editoriale rispettoso degli utenti che una testata seria cerca di portare avanti con fatica, senza considerare minimamente i sani principi di milioni di persone appassionate che ogni giorno leggono, si informano e, di conseguenza, assorbono notizie non vere, o perlomeno gonfiate e cariche di "deviazioni" votate a deprimere più che ad informare.

Il giochino è partito, come si poteva ipotizzare, a campionato terminato, o per meglio dire, ad obiettivo non raggiunto. Via con le più classiche bombe di mercato che hanno svestito e rivestito il pocho Lavezzi di maglie dai vari colori, sballottato dal nord Italia al nord Europa come si fa con i carri armati del Risiko. L'ambiente poi, quello napoletano, ogni anno che passa somiglia sempre di più ad una polveriera pronta ad esplodere alla minima scintilla, causa probabilmente dovuta dal carattere spesso controverso del tifoso azzurro, che si deprime ed in un attimo si esalta per un non nulla. Sta di fatto che ogni minima notizia, anche infondata e priva di certezze, viene gettata nella valle dell'eco, dove prende forma e si espande in maniera esponenziale, portandosi dietro tutta una serie di considerazioni personali che ne deviano le fondamenta.

Altro caso è quello di Cavani, che fino a stamane sembrava aver fatto già le valigie, causa il mancato "placet" del presidente per partecipare alle olimpiadi londinesi come fuoriquota della nazionale celeste. Smentita del tutto con tanto di promesse di ritocco dell'ingaggio al campione uruguagio, ci si è spostati sul "povero" Mazzarri, indicato come partente, desideroso di cambiar aria per cercare chissà quali nuovi stimoli, sedendo sul trono di un'ancora non pervenuto club europeo. A questo punto diciamo basta. Basta parlare del Napoli, basta parlare di mercato, basta tirar fuori notizie fuorvianti mirate solo a destabilizzare una squadra che sta cercando la giusta concentrazione per battere la Juve campione d'Italia. Il tifoso napoletano è cresciuto e ne ha abbastanza di sentirsi preso in giro dalle solite "baggianate" dell'ultim'ora montate a mestiere per chissà quali scopi o secondi fini. Contiamo di trascorrere il week end fino alla sera del match nel più assoluto silenzio mediatico, con la speranza di ascoltare soltanto incitamenti, il calore dei tifosi e la voce del cuore che indica ai virtuosi la strada della vittoria. Silenzio, please, noi vogliamo soltanto vincere ....

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram