shinystat spazio napoli calcio news Michele Criscitiello, "Odio Napoli" l'ho cantata anche io per tanti anni. Ma arriva la smentita

Michele Criscitiello, “Odio Napoli” l’ho cantata anche io per tanti anni. Ma arriva la smentita

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ad Udine, in Piazza della Libertà, si è tenuta la festa per la qualificazione in Champions dell’Udinese. A condurre la manifestazione è stato il giornalista di SportItalia Michele Criscitiello che, volendo ingraziarsi il pubblico friulano, dice una frase alquanto raccapricciante. Dopo il coro intonato dai tifosi: “Odio Napoli“, il giornalista spara tra le urla festanti la bomba: “Questa canzone l’ho cantata anche io per molti anni, per ovvie ragioni” come dimostra il video girato con un telefonino e caricato su Youtube.  Michele Criscitiello, che ha origini avellinesi, ha voluto smentire il deplorevole episodio, spiegando che il suo consenso fosse rivolto non al grido “Odio Napoli” ma ad un altro inno, ovvero “Noi non siamo napoletani“.

GUARDA IL VIDEO:

Di seguito vi proponiamo la pronta smentita dello stesso Criscitiello. Resta in ogni caso un triste episodio.

“Voglio scrivere queste poche righe, rivolte alla gente di Napoli, che se vuole capire… capisce!”

“Ieri sono stato onorato di presentare la festa di Champions dell’Udinese, in una piazza stracolma che spesso viene definita fredda ed invece ieri ha dimostrato tanto calore ai suoi beniamini. Al momento del mio ingresso sul palco sono partiti tre cori: “Odio Napoli” dalla sinistra, “Noi non siamo napoletani” dalla destra e “Salta con noi Walter Mazzarri” tutti insieme. Ho visto il video che gira su youtube e anche io ho notato che chi non era presente in piazza, ieri sera, non può capire perché si sente un solo coro dalla piazza. Certo è amatoriale e quelli dall’altra parte non si sentono minimamente. E vi spiego, facendo tv, perché. Perché chi gira con il telefonino è dalla parte di coloro che cantano “Odio Napoli” ma non si sente minimamente “Noi non siamo napoletani”, ai quali mi sono rivolto facendo la battuta “anche io qualche anno fa ho cantato questa canzone, per ovvi motivi”. Naturalmente riferito al 19 giugno 2005, quando l’Avellino sconfisse il Napoli. In più, nel corso della serata, alla canzone “Odio Napoli” mi rivolgo alla Piazza dicendo: “Basta”. Ma questo nessuno lo pubblica. Non ho mai odiato Napoli ma ho spesso cantato da avellinese “Noi non siamo napoletani” e c’è una bella differenza. Scrivo questa lettera ai napoletani intelligenti che vogliono capire, perché se avessi davvero avallato quel coro sarei stato un folle. Per me dire una cosa in una Piazza o in una tv nazionale non fa differenza. Dico quello che penso: sempre! Procuratevi i video che arrivano dall’altra parte della piazza e poi ne riparliamo.”

Saluti a tutti,
Michele Criscitiello

 

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy