Finale Coppa Italia: il piano sicurezza

Finale Coppa Italia: il piano sicurezza

Dispositivi per l'accoglienza, l'orientamento, il controllo e la sicurezza dei tifosi del Napoli e della Juventus che raggiungeranno la Capitale a bordo di pullman turistici e mezzi propri, mobilita' cittadina e impiego su strada dei contingenti delle Forze di Polizia: sono questi i principali temi affrontati nel corso del Tavolo Tecnico presieduto dal Questore di Roma Francesco Tagliente questa mattina, in relazione al piano per la sicurezza della finale di Coppa Italia, che vedra' domenica 20 maggio le squadre della Juventus e del Napoli impegnate allo Stadio Olimpico.

Con la riunione odierna, che segue agli incontri gia' tenutisi in Questura, e' entrata nel dettaglio la pianificazione tecnico-operativa legata all'evento, che sara' poi ottimizzata nel corso dei prossimi Tavoli Tecnici. E' stato in particolare fatto il punto della situazione sulle criticita' ambientali prevedibili rispetto all'evento focalizzando l'attenzione sul significativo numero di pubblico previsto e sulle rispettive modalita' di arrivo.

In particolare sono stati individuati gli itinerari distinti per tifoserie attraverso i quali sara' possibile raggiungere le aree collettore individuate per garantire l'arrivo in condizioni di sicurezza nei pressi dell'impianto sportivo. Al fine di snellire le procedure di afflusso senza pregiudicare la capillarita' dei controlli di prefiltraggio e' stato disposto il potenziamento dei varchi attraverso i quali sara' possibile accedere nei settori riservati alle due tifoserie. 

Nella stessa direzione e' stata condivisa da tutti i soggetti chiamati a concorrere alla gestione dell'evento, l'apertura dei varchi dell'impianto alle ore 17.00 nonche' il potenziamento del numero degli stewards che saranno affiancati da personale in divisa ed in abiti civili delle Forze di Polizia per assicurare tutti i controlli del caso. Al riguardo e' stata anche pianificata la disponibilita' di squadre di stewards di riserva, pronte a subentrare in caso di necessita'. Per la circostanza e' stato anche deciso un rafforzamento dell'impiego delle unita' cinofile della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

La pianificazione prevista per l'evento prevede un sensibile ampliamento dell'area di rispetto esterna all'impianto sportivo, suddivisa in ben 18 microaree, che saranno affidate alla responsabilita' di funzionari della Questura con il coordinamento di contingenti delle Forze di Polizia. La regia di tutte le forze in campo sara' affidata al Centro per la Gestione della Sicurezza dei Grandi Eventi che sara' attivato dalle ore 12.00 del 20 maggio presso i nuovi locali della Centrale operativa della Questura di Roma, da cui grazie anche alla presenza dei rappresentanti delle altre Forze di Polizia, nonche' degli Enti, Amministrazioni ed Aziende chiamati a concorrere alla gestione dell'evento, sara' possibile in caso di necessita' rimodulare tempestivamente i servizi.

Con il contributo dei rappresentanti della Polizia di Roma Capitale e' in corso di definizione il piano per la mobilita' dell'area interessata dall'appuntamento sportivo. Tra le misure gia' discusse e condivise, figura il divieto di sosta che sara' predisposto nell'area contigua al Foro italico, dove e' in corso di svolgimento il Campionato Nazionale di tennis, che sara' predisposto dalle ore 06.00 alle ore 24.00 del 20 maggio. Al riguardo tutto il personale addetto alla kermesse tennistica potra' orientarsi in caso di necessita' presso l'area di sosta individuata in Piazzale Clodio.

Fonte: Resport

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram