shinystat spazio napoli calcio news Juve tra Cagliari e derby. Napoli e Udinese in volata. Lecce si gioca l'ultima carta.

Juve tra Cagliari e derby. Napoli e Udinese in volata. Lecce si gioca l’ultima carta.

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

180 minuti, due partite per scrivere il finale del campionato che, retrocessione di Cesena e Novara a parte, ancora ha da emettere verdetti importanti; c’è da assegnare lo Scudetto, discorso privato tra Juventus e Milan, un posto in Champions League, battaglia che vede impegnate sulla carta le solite quattro sorelle (Napoli, Udinese, Lazio, Inter) e l’ultimo posto, poco ambito, per la retrocessione, affare tra Genoa e Lecce.

ATALANTA v LAZIO (domenica 6 Maggio, ore 15)
La Lazio all’ultima chiamata per la Champions League, ma adesso si fa dura specie contro l’Atalanta che non regalerà punti facili.
Reja ancora alle prese con le tante assenze che hanno fatto dilapidare il vantaggio sul Napoli ed Udinese accumulato fino a qualche mese fa. Denis a caccia di reti per rimpinguare il suo bottino di reti e consolidare il suo record personale di realizzazioni, in Italia.

CAGLIARI v JUVENTUS (domenica 6 Maggio, ore 20.45)
Sul neutro di Trieste la Juventus vuole cancellare immediatamente il terribile passo falso interno col Lecce. Si cercano i tre punti aspettando buone notizie dal derby della Madonnina, nel quale se il Milan non dovesse vincere, cucirebbe quasi sicuramente lo Scudetto sulle maglie della Signora.

INTER v MILAN (domenica 6 Maggio, ore 20.45)
I nerazzurri potrebbero colpire due piccioni con una fava vincendo il derby: regalarsi un’altra giornata di speranza di qualificazione alla Champions e rovinare la rincorsa Scudetto agli odiati cugini. Stramaccioni si affiderà a Milito, Allegri ad ibrahimovic, in una sfida nella sfida di grandi bomber, che hanno già toccato, in questo torneo, 20 e oltre marcature.

LECCE v FIORENTINA (sabato 5 Maggio, ore 18)
Ultima chiamata per i salentini. Perdere, o comunque non vincere in casa contro i violi significherebbe la condanna alla retrocessione. Viola, ancora scioccati dalla vicenda Rossi-Ljaljic, che si presentano al Via del Mare con Guerini in panchina, traghettatore per questi ultimi due turni di Purgatorio, per chiudere quanto prima questa disastrosa stagione.

NOVARA v CESENA (domenica 6 Maggio, ore 15)
Sfida senza significato tra due squadre già retrocesse e già proiettate alla prossima stagione in Serie B. sarà il “derby” del sintetico tra le due uniche squadre di A a giocare su una superficie artificiale, condizione che evidentemente non ha dato frutti sperati.

PALERMO v CHIEVO (domenica 6 Maggio, ore 15)
Classica sfida di fine stagione, tra due squadre che poco o nulla hanno da chiedere al torneo. Palermo a cui basta un punto per la matematica salvezza, mentre il Chievo di Di Carlo ha tirato i remi in barca già da tempo, assestandosi al centro della classifica senza avere più nulla a pretendere.

ROMA v CATANIA (domenica 6 Maggio, ore 15)
Luis Enrique tenterà, in queste ultime due partite, di agganciare almeno l’Europa League, impresa che però è quasi impossibile.
All’Olimpico i giallorossi ospitano il Catania che, dopo la conquista della salvezza stanno chiudendo il campionato un pò in affanno. Ma i meriti del grande ex di giornata, Montella, sono indelebili.

SIENA v PARMA (domenica 6 Maggio, ore 12.30)
Due squadre in formissima, trainate dall’estro di due attaccanti, Destro e Giovinco, che potrebbero essere eleggibili anche per la rassegna europea in Polonia-Ucraina. Sannino vorrà chiudere in gloria la sua buonissima prima stagione in massima serie, vincendo, se dovesse succedere, l’ultima partita in casa prima del suo probabile addio al sodalizio toscano. Donadoni vorrà invece allungare la striscia di vittorie consecutive arrivata a cinque gare. Un traguardo assolutamente inaspettato.

UDINESE v GENOA (domenica 6 Maggio, ore 15)
I friulani, sin qui, sono l’unica squadra a reggere il passo del Napoli e pertanto cercano i tre punti col Genoa che, nonostante la vittoria sul neutro di Brescia contro il Cagliari, ancora non può dirsi salvo, anzi. Se i grifoni perdono al Friuli ed il Lecce fa bottino pieno contro la Fiorentina, ci si gioca tutto all’ultima giornata.

 

Enable referrer and click cookie to search for pro webber
Preferenze privacy