Champions da record: Messi cala la “manita”, l’Apoel di rigore ai quarti

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Serata di Champions sicuramente indelebile per gli appassionati di calcio. Due partite, due emozioni e due record raggiunti e molto difficilmente eguagliabili. Come era lecito attendersi, il Barcelona di Guardiola ha passato agevolmente il turno irridendo il malcapitato Leverkusen, asfaltandolo con un più che sonoro 7:1. L’evento altisonante, ma non più di tanto se si parla di Leo Messi, sono i cinque gol che l’argentino ha messo a segno nella serata trionfale del Camp Nou, stabilendo un record per quanto riguarda la fase finale di Champions League.

Un morbido lob, un piazzato di sinistro,  un altro pallonetto di destro, un colpo da biliardo con la complicità del portiere avversario ed un proiettile da fuori area, le modalità con cui il numero 10 ha legittimato, per l’ennesima volta, la sua fama da numero uno al mondo. Nella serata dei record, va annotata anche la doppietta di Tello, all’esordio in Champions; se non è record, davvero manca poco.

L’altro evento di spicco, in questa magica notte di Champions League è il passaggio ai quarti dell’Apoel Nicosia, capace di eliminare il Lyon ai calci di rigore, dopo aver azzerato il gap maturato alla Gerland, grazie alla rete di Manduca dopo nove minuti, un vantaggio che i ciprioti hanno mantenuto fino ai supplementari, fino alla roulette dei rigori che li ha premiati.

Ciprioti che giungono ai quarti, in una competizione  ove nessuna squadra cipriota aveva mai raggiunto nemmeno la fase a gironi. Già un evento approdare alla prima fase, accedere agli ottavi ed addirittura ai quarti è qualcosa di miracoloso. E chissà se il sogno possa ancora continuare.

Per il momento la Champions cala il sipario e da appuntamento a martedi e mercoledi prossimo quando, oltre a Real Madrid, Inter e Bayern Monaco, sarà la partita di Stamford Bridge a tenere banco ed a tenere incollati al teleschermo gli occhi di migliaia di tifosi napoletani per cercare di aggiungere un nuovo record a quanto avvenuto stasera. Il calcio non è una scienza esatta, tutto può succedere. Ai ciprioti è successo, e quindi lecito sperare. 

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI