What a wonderful … Napoli

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

“Vedo alberi verdi, anche rose rosse.  Le vedo sbocciare per me e per te. E fra me e me penso, che mondo meraviglioso

Inizia con questi versi una nota canzone cantata da Luis Amstrong alla fine degli anni sessanta. Ed è curioso notare come, quella che definiremmo una vecchia canzone, possa invece essere così attuale e moderna nel raccontare belle sensazioni, circa cinquanta anni dopo. Magari cambiando qualche parola chiave all’interno di un testo, lo si può attualizzare e considerare adatto ad un momento particolare. La splendida vittoria del Napoli, che finalmente sfata il tabù Chievo, è probabilmente uno di questi momenti.

“Vedo cieli blu e nuvole bianche. Il benedetto giorno luminoso, la sacra notte scura . E fra me e me penso, che Napoli meraviglioso”  E meraviglioso sembra essere davvero il termine giusto da abbinare alla prestazione degli azzurri, non per il risultato, ma per la passione che gli undici leoni hanno dimostrato. E dopo circa un anno è altrettanto meraviglioso vedere la fascia di capitano al braccio di Gianluca Grava che con grande emozione ha fatto il suo ingresso al San Paolo davanti a quei tifosi che, prima del suo infortunio, avevano promosso una campagna sul web per fargli assegnare il pallone d’oro. Energico, passionale, grintoso, zittisce Moscardelli dopo un fallo e trova il tempo di dribblare con il tacco un avversario.

“I colori dell’arcobaleno, così belli nel cielo. Sono anche nelle facce della gente che passa. Stanno davvero dicendo Ti amo” E l’arcobaleno lo si è visto davvero sugli spalti di Fuorigrotta. Erano tutti lì presenti, con la voglia di incitare e sostenere la squadra, i migliaia di cuori azzurri a battere all’unisono e a dichiarare il loro amore. Lo testimonia uno striscione in curva “Ritrovate il vecchio ardore, vogliamo maglie impregnate di sudore”.

Insomma, questo wonderful Napoli torna ad essere bello di notte, a far brillare gli occhi dei tifosi, e porta calore dopo il freddo inverno delle ultime prestazioni. Forse, è vero quando dicono che qui basta davvero poco per fare esaltare il popolo, per fargli sognare grossi traguardi e mete lontane. Di sicuro, però, c’è che qualsiasi aggettivo si pensi di abbinare a questa squadra, avrà sempre un grado superlativo.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

anto