shinystat spazio napoli calcio news Calcio scommesse: coinvolto Rosati. Il legale azzurro esclude responsabilità da parte del Club

Calcio scommesse: coinvolto Rosati. Il legale azzurro esclude responsabilità da parte del Club

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

“I club rispondono delle azioni dei propri calciatori con la responsabilità oggettiva, però qualora fosse accertata qualsiasi responsabilità di Rosati, il Napoli non avrebbe alcuna implicazione perchè si tratta di episodi di quando il portiere giocava nel Lecce, anzi il Napoli avrebbe dei danni d’immagine e potrebbe perdere il giocatore per squalifica. Il problema culturale è quello di fondo, se la frode sportiva fosse inasprita con leggi più severe avremo un primo deterrente, bisogna sanzionare a vita i responsabili” ad affermare ciò, il massimo esperto di diritto sportivo italiano e legale del Napoli, Mattia Grassani. Le dichiarazioni sono successive alla testimonianza del giocatore del Piacenza, Carlo Gervasoni, che ha tirato in ballo il secondo portiere del Napoli, Antonio Rosati

La società azzurra sta monitorando la situazione e decidendo sull’eventualità di rilasciare comunicati o eventuali provvedimenti. I fatti imputati al secondo portiere del Napoli, risalirebbero a quando militava nel Lecce, di conseguenza, il club partenopeo è escluso da qualsiasi tipo di addebito. Ne subirebbe, anzi, un danno d’immagine e la perdita del calciatore per squalifica.

Insomma, non ci resta che aspettare eventuali dichiarazioni da parte della dirigenza della compagine azzurra che, ricordiamo, è esclusa da responsabilità nei fatti imputati al proprio calciatore.

 

Francesca Forte

CALCIOMERCATO NAPOLI

CONOSCI SPAZIONAPOLI?

SpazioNapoli è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioInter.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network, il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

NAPOLI CALCIO - ULTIMISSIME

Seguici su Facebook

Preferenze privacy