Vargas, dalle senzazioni alla certezza: abbiamo preso il migliore

Quelle che erano voci, spesso distorte quando si tratta di “pompare” giocatori e relative capacità,  sono divenute certezze, quanto meno per ciò che riguarda l’anno calcistico cileno che sta andando a concludersi. Il neoacquisto azzurro Edu Vargas è stato premiato come calciatore dell’anno in Cile. Le notti insonni di Bigon per accelerare le operazioni di acquisto del cileno per superare la concorrenza di Inter, Chelsea, Zenit e Roma sembrano cominciare con il migliore auspicio. Il premio conseguito al nuovo trequartista azzurro fa eco ad una serie di affermazioni di personaggi del mondo del calcio, molti dei quali puntano sul ragazzo come ottimo acquisto in prospettiva futura. Lo stesso Bigon però cerca di andarci coi piedi di piombo: «Dobbiamo lasciarlo tranquillo e non mettergli fretta, anche se abbiamo fatto un investimento importante (circa 12 milioni di euro, da dividere tra Univ. de Chile, Cobreloa, Inter Renca e lo stesso giocatore ndr) su un ragazzo di 22 anni e dunque questo vuol dire che siamo convinti delle sue potenzialità ».

Di seguito pubblichiamo le immagini relative all’evento legato alla premiazione di Vargas con l’ambita “scarpa d’oro” simbolo dell’affermazione come migliore elemento calcistico cileno del 2011.