Home » News Calcio Napoli » Iavarone: "Dalla festa al gelo"

Iavarone: “Dalla festa al gelo”

Il gelo piomba sul San Paolo. L’incredibile prende forma in una manciata di  minuti facendo svanire una vittoria che sembrava nelle mani del Napoli.Tristezza e delusione per questo pareggio in rimonta della Juve che era andata  sotto dopo 22 minuti ma ha aspettato e colpito nel punto più debole dei  napoletani, il lato destro della difesa azzurra. Non è stato un furto, quello  dei bianconeri, bensì un delitto perfetto. Stordita all’inizio, la squadra di  Conte ha saputo pazientare senza smarrirsi, e la sua rivincita se l’è presa con  la forza del gioco: per metà partita, il secondo tempo, ha resistito sino a  sferrare con Pepe il colpo risolutivo, quello della beffa. Fallisce dunque la  rimonta in campionato del Napoli, per la rabbia di tutti i suoi innamorati  delusi: ora le opportunità per risalire la classifica si allontanano sempre più,  sembrano distare nel tempo e nei fatti, un’eternità. Due tempi, due volti  incredibilmente opposti. L’equilibrio si spezza subito, come un biscotto, e  manco a dirlo è un boccone napoletano. È una voragine quella che si spalanca  nella difesa juventina: Hamsik si inserisce in percussione e gela Buffon. Poi  tocca a Goran Pandev, rispolverato ad ogni costo per l’assenza di Cavani, una  doppietta da docente di calcio, ieri liberatosi dei suoi ritmi bradipeschi e  prossimo – si spera – al pieno recupero. Nessuno, forse, tra i 55mila del San  Paolo credeva che sarebbe stato così facile e rapido passare in vantaggio contro  la Juve e vedersi rimontare tre gol. Ma siccome questo sport si diverte a  frantumare certezze, ecco che prima Matri ed Estigarribia e infine Pepe  cancellano una notte che sembrava magica. Che tristezza vedere passeggiare la  Juve sulle macerie di una vittoria illusoria e su una classifica che lascia  indietro il Napoli a nove punti di distanza, forse troppi anche per una squadra  che in questa partita ha dimostrato una spiccata vocazione al martirio”.

LEGGI ANCHE:   "La clausola può scattare in un caso": la rivelazione in diretta sul futuro di Kim

Fonte: Il Mattino