Il Mattino: Hamsik è l’uomo squadra

Un Hamsik a tutto campo. Più nel vivo della  manovra, più centrocampista rispetto al solito. Un Hamsik uomo squadra contro la  Lazio di Reja. L’effetto positivo è stata una maggiore linearità della manovra,  con lo slovacco più arretrato si è visto un giro palla migliore, si è notata una  maggiore fluidità soprattutto nella ripresa quando tutti quanti hanno cambiato  marcia. Tra l’altro è stato suo l’assist a Maggio sul gol annullato al Napoli  per fuorigioco inesistente. La controindicazione: non si sono visti gli  inserimenti senza palla di Marek che ha avuto minore lucidità nel lanciarsi  negli spazi e non si è reso mai pericoloso in zona tiro.

Per lo slovacco un  solo rammarico: la vittoria che non è arrivata. Lo ha scritto sul suo sito  internet.

“Direi che durante tutto l’arco della gara, siamo stati decisamente  superiori. Questo pensiero è dimostrato dal fatto che abbiamo creato molte  occasioni da rete. Peccato che non siamo riusciti a metterla dentro, il loro  portiere ha disputato una gara super. Nei minuti di recupero, sul tiro di  Lavezzi, avevo già alzato le braccia al cielo per festeggiare con i miei  compagni, ma un altro miracolo di Marchetti me l’ha impedito”.

Hamsik sereno.

 “Sono venuti a trovarci i miei genitori, per cui tutta la famiglia ha apprezzato  un delizioso pranzo preparato da mia mamma e nel pomeriggio ho guardato con  Walter Gargano la partita Italia-Slovacchia”, ha aggiunto sul sito. Un Hamsik  tonico, migliore rispetto alle precedenti esibizioni, il lavoro atletico svolto  in questi dieci giorni a Castelvolturno ha dato i suoi frutti.

“Hamsik è un  centrocampista che va valutato per quello che assicura nella fase offensiva e  per il suo contributo in fase difensiva insieme a tutti i compagni. Da questo  punto di vista posso ritenermi molto soddisfatto”, ha detto Mazzarri al termine  della sfida contro la Lazio al San Paolo. Quindi, più che un vero e proprio  cambio di mansioni tattiche, una situazione diversa dettata anche dalle esigenze  della partita e dalle caratteristiche dell’avversario. Hamsik si è abbassato  molto a cercare palla nel primo tempo quando tutti gli spazi erano chiusi, nella  ripresa invece ha giocato leggermente più avanzato allargandosi sulla sinistra.  L’ideale sarebbe far bene entrambe le cose, verrà con il tempo, appena lo  slovacco arriverà al top come condizione e come convinzioni.
Lo slovacco la  scorsa settimana ha annunciato di essere pronto ad incontrarsi con De Laurentiis  per il rinnovo del contratto. Recepito l’invito del presidente. Ma ora c’è la  Champions, il Manchester.

Fonte: Il Mattino

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI