shinystat spazio napoli calcio news Prandelli per lo scudetto tifa Napoli

Prandelli per lo scudetto tifa Napoli

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Va controcorrente l’allenatore della Nazionale Italiana di calcio Cesare Prandelli fresco vincitore della prima edizione del Premio Bearzot non nascondendo il proprio personale supporto alla squadra azzurra per lo sprint scudetto. Il CT della nazionale, intervistato nella trasmissione di Raffaele Auriemma “Si gonfia la rete”, non ha esitato ad esaltare le doti del Napoli di Mazzarri e a sostenerlo nella lotta per lo scudetto per la capacità di coinvolgere i propri tifosi e per la programmazione che la società di De Laurentiis sta portando avanti che unite alla grande compattezza dell’ambiente non può precludere nessun traguardo. Proprio al tecnico livornese, che nelle ultime giornate viene sbeffeggiato dalla maggior parte dei giornalisti sportivi,  ha dato il merito di aver consegnato alla sua squadra un’organizzazione di gioco che rasenta la perfezione e di aver capito in pieno le caratteristiche dei giocatori che aveva a disposizione sfruttandone al meglio le loro potenzialità definendolo il “Maradona” del Napoli. Prandelli ha parlato anche della mancata convocazione di Paolo Cannavaro nella nazionale maggiore giustificandola con il differente modulo utilizzato dalla sua squadra. Allo stesso modo ha confermato l’ottima stagione che sta disputando Morgan De Sanctis ma che la sua nazionale è alla ricerca di portieri giovani che potranno sostituire nel breve tempo Gigi Buffon. Ha avuto parole di elogio per il matador Cavani definendolo un giocatore dal magnifico senso del gol ma soprattutto dalla straordinaria generosità che mostra sul tappeto verde nel coprire, nel momento del bisogno, qualsiasi ruolo. Infine Prandelli ha detto che molto presto sarà presente sugli spalti del San Paolo forse proprio in occasione della prossima partita in casa contro l’Udinese, altra gara fondamentale per gli uomini di Mazzarri.

Roberto Longobardi

Preferenze privacy