Per commentare queste prime settimane di mercato e i primi colpi ufficiali del Napoli abbiamo sentito Paolo Del Genio giornalista che segue da sempre gli azzurri, autore e conduttore della trasmissione “a tutto campo” che va in onda tutti i giorni su Canale 8 alle 18.30 e in replica dopo le ore 23.

Allora Paolo che giudizio dai su questo primo scorcio di mercato del Napoli?

“Buono. Ma dobbiamo ancora aspettare per un giudizio definitivo, mancano ancora  uno o due centrocampisti, dobbiamo vedere come finisce con Inler e chi andrà a completare il reparto. Dobbiamo anche vedere chi sarà l’attaccante che arriverà o i due attaccanti, un trequartista o prima punta per completare il reparto. Quando conosceremo tutti i nomi potremmo dare un giudizio definitivo. Sembra che manchino ancora i nomi importanti, i due o il titolare di centrocampo. Il giudizio sui giocatori che sono arrivati fino ad ora è positivo. Dzemaili e Donadel sono giocatori che possano dare un buon contributo”.

Con l’arrivo di Dzemaili e Donadel pensi che la parte “gregaria” del Napoli sia migliorata rispetto a quella della scorsa stagione?

“Si, Donadel sicuramente può pareggiare il livello di rendimento che hanno tenuto sia Pazienza che Yebda. Dzemaili può dare anche qualcosa in più in quanto ha delle buone qualità tecniche”.

Il Presidente De Laurentiis oggi su Radio Marte ha detto che Santana non è una priorità e può aspettare. Che ne pensi?

Si, credo che il Napoli non vuole prendere oggi Santana, non per la posizione di Sosa (la cessione di Sosa all’estero libererebbe il posto di extracomunitario in cui subentrerebbe Santana ndr) ma perché il Napoli sta cercando di fare qualche colpo di livello maggiore come per esempio l’argentino Alvarez. Ovviamente se riuscisse un colpo del genere per Santana non ci sarebbe spazio.

Tra Inler e Vidal tu chi preferisci?

“Come potenzialità del giocatore preferisco Vidal, però sull’affidabilità nel campionato italiano Inler dà delle maggiori garanzie. Però potenzialmente Vidal può essere un giocatore dal grande rendimento”.

Sul ruolo di vice De Sanctis è quasi fatta per Rosati del Lecce. Un tuo giudizio.

Rosati è un buon portiere e sembra quasi sicuro il suo arrivo in azzurro. E’ una buona scelta prendere non un portiere giovanissimo, prendere uno di 27 anni che fra un paio di anni può dare un buon contributo quando sarà chiamato in causa. Ovviamente adesso accetterà il ruolo di vice.

Per l’attacco pensi che arriverà un grande colpo o un gregario?

Mi aspetto una via di mezzo. Non un grande nome che potrebbe mettere pressione sui tre titolari e non credo che arriverà un giocatore del genere, ma un calciatore che Mazzarri considera pronto ad ogni evenienza per giocare spesso anche titolare, anche se i titolari rimarranno i tre. Insomma un giocatore alla Maxi Lopez.

Che possibilità ci sono di vedere uno tra Trezeguet o Rolando Bianchi in azzurro?

Secondo me nessuno dei due. Trezeguet sicuramente non ha possibilità mentre per Bianchi ce ne sono poche.

E su Criscito?

Beh semplice. Criscito non verrà e penso che sia la soluzione migliore per tutti , almeno per il Napoli è sicuro che non si possa drammatizzare. Ovviamente Mimmo è un ottimo calciatore ma ci sono delle condizioni affinché un giocatore possa arrivare. Criscito pensa che sia meglio per lui guadagnare 2.5 milioni all’anno e in Italia non è solo il Napoli che non glieli può offrire e nemmeno squadre come il Barcellona o il Man.Utd. Deve andare a pescare squadre in situazioni particolari come quelle russe che gli possono offrire queste cifre. Magari sarebbe stato più logico accettare 1,8 milioni di euro al PSG invece che scegliere il campionato russo in cui alcune partite hanno un tasso tecnico molto basso. Non so per un calciatore che tipo di significato possa avere una decisione del genere. Io penso che non sia stata tutta colpa di Criscito, penso che la colpa sia tutta del procuratore. Se il ragazzo avesse potuto pensare con la propria testa arrivava ad un’altra conclusione, ma il procuratore pensa con il proprio portafoglio e i giocatori, molto spesso, fanno la scelta sbagliata.

Tags: